5 passi per diventare un trader di successo e vivere felice

Se ne sentono di tutti i colori per quanto riguarda il mondo del trading e degli investimenti in borsa. Io me ne sono fatta una ampia cultura, non tanto del trading in se, che mi vede ancora come una neofita in un mondo d’esperti, ma di tutti i consigli che vengono proposti a riguardo.

Dopo un’accuratissima analisi di centinaia di blog che ho letto e visionato vi voglio proporre un riassunto in cinque punti su come diventare un trader di successo e vivere felici per il resto dei vostri giorni da trader.

 

Guardare bene alle varie possibilità d’investimento

Molto spesso i trader si avvicinano al mondo del trader un po’ per gioco, invogliati da qualche pubblicità o da qualche amico dell’amico che ci sta’ facendo soldi a palate.

Il primo consiglio è quello di evitare di investire nella prima cosa che vi capita sottomano.

Se l’amico del vostro amico sta facendo i soldi con il forex, non è detto che il forex sia anche la soluzione che fa per voi. Personalmente non credo troppo a tutte le notizie che trovo in internet e cerco di basarmi su siti che danno un po’ di sicurezza a riguardo, Ternimagazine è uno di questi.

Probabilmente potreste trovare più congeniale un investimento in azioni, o in derivati. Informatevi bene e fate dei tentativi mettendo a rischio poche monete prima di lanciarvi a capofitto nell’impresa.

 

La disciplina da soldato

E proprio a proposito d’impresa da intraprendere arriva il secondo consiglio. Per essere un buon trader, o anche per essere un trader appena sufficiente, è necessario avere la dote dell’autodisciplina (https://www.efficacemente.com/crescita-personale/limportanza-di-avere-auto-disciplina-e-come-svilupparla/). Non lasciatevi distrarre dal vostro obbiettivo per nessuna ragione al mondo, siate disciplinati costi quello che costi.

 

Se perdi soldi devi fartene una ragione

Sembra una banalità, ma tutti si aspettano di investire nel mondo finanziario e di fare soldi, mai nessuno si aspetta invece di perderli. Bene, sappiate che anche i grandi investitori, quelli che investono milioni tutti i giorni, perdono del denaro. L’unica grande differenza è che loro sono in grado di farsene una ragione e voi probabilmente no. Le perdite vanno accettate, non c’è altra soluzione. Per arrivare ad accettare in modo “sano” le perdite l’unica soluzione è investire un importo di denaro che sia ragionevole per le vostre tasche.

 

Nessuno è perfetto

Ci sarà sempre quello che fa meglio di voi, quello che guadagna molto più di voi e quello che investe con molta più capacità di voi. Una delle cose che più mi abbatte delle piattaforme di trading è vedere i risultati di altri trader che vengono continuamente pubblicati.

Me ne sono dovuta fare una ragione, è ovvio, ma dato il mio carattere piuttosto competitivo è stata dura. Accettate che nessuno è perfetto, nemmeno voi e tanto meno tutti gli altri trader.

Copiare le strategie di altri può essere a volte vantaggioso, ma altre volte è bene imparare a pensare con la propria testa. E’ meglio sbagliare e imparare che guadagnare soldi una sola volta per aver copiato l’azione di un altro trader, ma poi non saperla replicare all’occorrenza.

 

I risultati arrivano

Le statistiche parlano abbastanza chiaro. Sembra che il 98% dei nuovi trader abbandonino i loro sogni di gloria da trader nel corso dei primi 12 mesi.

E’ logico che le statistiche non siano attendibili, perché molti si iscrivono alle piattaforme per giochicchiare un po’ e poi le abbandonano, ma ritengo che comunque una buona parte dei potenziali trader rinuncino con troppa facilità.

Non si tratta sicuramente di un mondo facile, la finanza è una materia difficile e ostica, che richiede delle buone competenze e uno studio continuo, ma questo non toglie che i risultati arrivano.

Bisogna anche essere coscienti delle proprie possibilità e di fare delle stime ragionevoli di guadagno. E’ impensabile di investire mille euro e di guadagnarne centomila. Non si tratta di lotteria o di fantascienza, si tratta di fare dei reali calcoli matematici e di considerare realmente quali sono le possibilità d’incasso e guadagno.

Per quanto riguarda la mia personale esperienza, sono arrivata a pensare che un guadagno netto attorno al 4-5% è già da considerare ottimo.

Lascia un commento